Mese: Giugno 2019

Macioni(Esordienti1°), Mereu(Esordienti2°), Marceddu(Allievi) e Pontis (Juniores) vincono la Coppa Primavera Sarrochese

Domenica 16 Giugno si è disputata a Sarroch la coppa primavera sarrochese, valida per le categorie Esordienti, Allievi e Juniores.

Grande spettacolo degli esordienti, con attacchi fin dalla partenza fino a quando a 2 giri dal termine Daniele Mereu (Velo Club Sarroch) mette a segno la stoccata che le permette di arrivare al traguardo in solitaria e aggiudicarsi il primo successo stagionale. Seconda posizione per l’altro alfiere del velo Club Sarroch Gabriele Pili che regola allo sprint  Giovanni Beccu (SC Pattada). Tra gli esordienti di 1° annovittoria Per Maccioni (Pool Bike Serramanna) che regola allo sprint Marco Pistidda (bici Center) e Davide Lai (Pool Bike Serramanna).

Tra gli allievi vittoria per Federico Marceddu (SC Ozierese) che batte anche gli Juniores, regolando Gianluca Pontis (Piscinas Irgas) che giunge con un distacco di 2′.

Di seguito le classifiche

Roberto Cesaro trionfa nel Giro delle Miniere

E’ scattata questa mattina dalla miniera di Monteponi a Iglesias la 20esima edizione del Giro delle Miniere di ciclismo. Centoquaranta gli iscritti al via della prima tappa, la “Gran Fondo delle Miniere Trofeo Parco Geominerario – Memorial Roberto Saurra”, scelta anche quest’anno dalla Federazione Ciclistica Italiana per l’assegnazione dei campionati italiani Master di specialità.
La gara si è svolta sull’ormai collaudato percorso di 137 Km, con due Gran Premi della Montagna previsti: il primo nel territorio di Arbus, in corrispondenza del Passo Genna Frongia e il secondo sul Passo Genna Bogai, poco oltre il centro abitato di Fluminimaggiore.
A trionfare, al termine di una gara durissima, è stato il napoletano Roberto Cesaro (3h 22m 17s), giunto al traguardo davanti al compagno di squadra Marco Larossa, staccato di 23 secondi. Al terzo posto l’ittirese Andrea Pisanu.
LA GARA La frazione più ostica del Giro delle Miniere è stata resa ancor più complicata dal vento contrario e dal gran caldo. Fino al 35esimo chilometro il gruppo è andato avanti compatto. Successivamente, in corrispondenza della salita di Genne Frongia, è arrivata una prima scrematura, con dieci atleti che sono riusciti a guadagnare un vantaggio sul resto della corsa. Una caduta all’altezza del Passo Bidderdi ha coinvolto il due volte vincitore della Granfondo Matteo Mascia (SC Monteponi), che, di fatto, è stato messo fuori dai giochi per il successo finale. La vittoria di tappa è diventata dunque affare esclusivo del quartetto composto da Andrea Pisanu (Antonio Manca Ittiri), Andrea Lovicu (Demurtas Nuoro), Marco Larossa e Roberto Cesaro (entrambi del team campano Cesaro Falasca). Nell’ultimo chilometro di salita quest’ultimo ha prodotto uno scatto irresistibile per i compagni di fuga, e ha scritto così il suo nome nell’albo d’oro della Granfondo. La volata per il secondo posto se l’è aggiudicata Larossa, mentre sul gradino più basso del podio c’è Andrea Pisanu, primo tra i sardi. Tra le donne il successo è andato invece a Michela Gorini (Fausto Coppi Fermignano) davanti a Sara Serrau (SC Cagliari).
“E’ stata una bella gara – ha affermato Cesaro, già professionista tra il 2005 e il 2012 – il lavoro di squadra ha fatto la differenza nei momenti più duri della gara. E’ stato bello venire tornare in Sardegna, dove ero già stato da professionista. Correre in questi splendidi scenari ha reso la fatica molto più sopportabile”.
ORDINE D’ARRIVO
1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 3h22m17s
2 – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca) 3h22m40s
3 – Andrea PISANU (Ciclo Club Antonio Manca) 3h22m42s
4 – Andrea LOVICU (Bike Team Demurtas Nuoro) 3h22m54s
5 – Giovanni Battista MURETTI (Cycling Team Gallura) 3h23m48s
Queste, invece, le maglie tricolori assegnate sul podio di Iglesias:
ELMT – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca)
M1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca)
M2 – Andrea LOVICU (Bike Team Demurtas Nuoro)
M3 – Paolo VECCHIONE (Pit Stop Racing Team)
M4 – Giovanni Battista MURETTI (Cycling Team Gallura)
M5 – Christophe MASSEREY (SC L’Oleandro Budoni)
M6 – Giancarlo MELONI (Arkitano Mtb Club)
M7 – Davide CORTESI (Città di Treviglio)
W1/W2 – Michela GORINI (Fausto Coppi Fermignano)
Questi, infine, i leader della classifica generale
Roberto CESARO (Fascia A)
Pietro CAPUCCILLI (Fascia B)
Alessandro FRESCHI (Fascia C)
Michela Gorini (Donne)
LA SECONDA TAPPA Il Giro delle Miniere riparte lunedì 17 giugno con la seconda frazione: la IV Coppa Città di Villamassargia – Cronometro del Cixerri. Una tappa di 19 chilometri, prevalentemente pianeggiante, con partenza nel centro storico di Villamassargia e arrivo a Siliqua. I leader delle quattro classifiche generali saranno già chiamati a un grande sforzo per difendere la loro maglia.
Il Giro delle Miniere è sempre più nelle mani di Roberto Cesaro. Dopo aver centrato il successo nella Granfondo che ha inaugurato la 20esima edizione della corsa, il corridore partenopeo si è aggiudicato anche la cronometro Villamassargia-Siliqua (19 chilometri complessivi), rafforzando così il suo primato in classifica in Fascia A. L’uomo di punta del Team Falasca ha fermato il cronometro sui 25’13’’, staccando di 9’’ lo specialista toscano Alessandro Nannetti (Team Bike Ballero). Sul gradino più basso del podio Antonio Marongiu (Sardinia Bike School) con il tempo di 26’01’’.
Da segnalare anche le ottime performance fatte registrare dal campione del mondo paralimpico Michele Pittacolo (Pittabike), che ha chiuso con il sesto posto assoluto (26’03’’), e dal tandem composto da Patrizia Spadaccini e Ilaria Meloni, in preparazione per i campionati italiani assoluti in programma sabato prossimo in Piemonte.
Nessuna novità in vetta alle quattro classifiche generali: detto di Cesaro, resistono anche i primati di Pietro Cappuccilli (Team Cesaro Falasca) in Fascia B, di Alessandro Freschi (Team Bike Ballero) in Fascia C, e di Michela Gorini (Fausto Coppi Fermignano) tra le donne.
Al termine della gara i vincitori di ogni singola categoria sono stati premiati dal testimonial del Giro delle Miniere Claudio Chiappucci, che in occasione della terza tappa (la 10ima Coppa Città di Gonnesa) salirà in sella assieme al figlio Samuele per cimentarsi negli 86 chilometri di percorso allestiti dall’organizzazione.
ORDINE D’ARRIVO 2/A TAPPA
1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 25’13’’
2 – Alessandro NANNETTI (Team Bike Ballero) 25’32’’
3 – Antonio MARONGIU (Sardinia Bike School) 26’01’’
4 – Felice GIANGREGORIO (Apice Tre Colli) 26’02’’09
5 – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca) 26’02’’89
I LEADER DEL GIRO
FASCIA A – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 3h22m17s
FASCIA B – Pietro CAPPUCCILLI (Team Cesaro Falasca) 3h23m48s
FASCIA C – Alessandro FRESCHI (Team Bike Ballero) 3h26m59s
DONNE – Michela GORINI (Fausto Coppi Fermignano) 3h35m44s
LA TERZA TAPPA Il Giro delle Miniere riparte da Gonnesa, città che – dopo alcuni anni di assenza – torna tra i teatri della competizione. La 10ima Coppa Città di Gonnesa – Giro del Nuraghe prevede un itinerario di mezzo fondo. Ottantasei i chilometri da percorrere, con un circuito di 22 chilometri che verrà ripetuto per quattro volte. Partenza prevista alle 10 dal Corso Iglesias a Gonnesa.
Il Giro delle Miniere ha ormai trovato il suo padrone: battendo in volata Andrea Pisanu (Ciclo Club Antonio Manca), Roberto Cesaro ha fatto sua anche la terza tappa della corsa organizzata dalla SC Monteponi. Il corridore del Team Falasca ha completato per primo gli 86 chilometri di mediofondo che hanno caratterizzato la 10ima Coppa Città di Gonnesa – Giro del Nuraghe, mettendo così ulteriormente al sicuro la sua leadership nella classifica generale della Fascia A.
LA GARA Un centinaio i ciclisti al via della terza frazione del Giro delle Miniere. Tra questi anche il “Diablo” Claudio Chiappucci, accompagnato dal figlio Samuele. Nonostante il gran caldo, fin dai primi chilometri il Team Cesaro Falasca impone al gruppo delle medie orarie particolarmente sostenute. All’altezza della salita di Terras Collu la squadra campana promuove una fuga che coinvolge Roberto Cesaro, Marco Larossa, Pietro Cappuccilli, Fabio Orcame e Andrea Pisanu. I fuggitivi guadagnano presto un vantaggio che diventa sempre più ampio nonostante gli sforzi di un secondo gruppetto di corridori guidati da Alessandro Nannetti (Team Bike Ballero). Sul rettilineo d’arrivo in leggera ascesa allestito in viale Iglesias a Gonnesa, Cesaro riesce a far suo il successo in volata nonostante gli sforzi di un ottimo Andrea Pisanu. Terzo posto per Marco Larossa, mentre al quarto si classifica Felice Giangregorio (Apice Tre Colli).
Le quattro maglie rossoblù del Giro delle Miniere non cambiano padrone: Cesaro intravede già il successo finale nella Fascia A, così come Cappuccilli in Fascia B, Freschi in Fascia C e Gorini tra le donne.
ORDINE D’ARRIVO 3/A TAPPA
1 – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 2h6m31s
2 – Andrea PISANU (Ciclo Club Antonio Manca Ittiri) 2h6m31s
3 – Marco LAROSSA (Team Cesaro Falasca) 2h6m31s
4 – Felice GIANGREGORIO (Apice Tre Colli) 2h6m34s
5 – Pietro CAPPUCCILLI (Team Cesaro Falasca) 2h8m22s
I LEADER DEL GIRO
FASCIA A – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 5h54m02s
FASCIA B – Pietro CAPPUCCILLI (Team Cesaro Falasca) 5h59m00s
FASCIA C – Alessandro FRESCHI (Team Bike Ballero) 6h4m18s
DONNE – Michela GORINI (Fausto Coppi Fermignano) 6h22m49s
LA QUARTA TAPPA Sarà la IV Coppa Città di Pabillonis – Trofeo della Terracotta a far calare il sipario sull’edizione 2019 del Giro delle Miniere. I ciclisti si cimenteranno in un percorso di medio fondo di 22,5 chilometri da ripetere per quattro volte. Partenza e arrivo previsti in via Ugo Foscolo a Pabillonis. All’ultima tappa del Giro delle Miniere non prenderà parte l’atleta Marco Larossa. Come da comunicazione ufficiale FCI, la Prima Sezione del TNA, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare il ciclista del Team Cesaro Falasca, risultato positivo alla sostanza Clostebol Metabolita a seguito di un controllo disposto al termine della “Granfondo del Comino”, disputata ad Atina il 12 maggio scorso.
Sull’ultima tappa del Giro delle Miniere c’è la firma di Michele Pittacolo. Il campione del mondo paralimpico su strada 2018 ha trionfato sul traguardo di Pabillonis, conquistando per il terzo anno consecutivo un successo di tappa nella corsa del Sud-Ovest Sardo. In seconda posizione si è classificato Fabio Orcame (Team Cesaro Falasca), mentre sul gradino più basso del podio è salito Alessio Freschi (Team Bike Ballero). Nessun problema per i quattro leader della classifica generale, tutti confermati: i vincitori del Giro delle Miniere 2019 sono Roberto Cesaro (Team Cesaro Falasca) nella Fascia A, Pietro Capuccilli (Team Cesaro Falasca) nella Fascia B, Alessandro Freschi (Team Bike Ballero) nella Fascia C e Michela Gorini (Fausto Coppi Fermignano) tra le donne.
LA GARA – La IV Coppa Città di Pabillonis – Trofeo della Terracotta è un circuito interamente pianeggiante di 22 chilometri da ripetere per quattro volte. Oltre 90 i partenti da via Ugo Foscolo a Pabillonis. Il gruppo procede compatto per il primo giro, poi – all’inizio del secondo – parte la fuga. A partire sono Orcame e Capuccilli per il Team Cesaro Falasca, Nannetti e Freschi per il Team Bike Ballero, e Michele Pittacolo (Pittabike). I cinque fuggitivi impongono alla corsa delle medie orarie piuttosto alte, e in breve tempo guadagnano circa 2 minuti di vantaggio sul resto del gruppo. Il gruppetto si presenta ancora compatto sul rettilineo finale di via Ugo Foscolo, dove – di comune accordo – si sceglie di non lanciare una volata ma di lasciare che sia Michele Pittacolo ad aggiudicarsi la soddisfazione di tagliare per primo il traguardo.
“E’ stato un gesto di grande sensibilità – ha affermato il corridore friulano – in tanti anni di corse non mi era mai capitato. Sono felice per il risultato e, più in generale, per il rendimento che ho mostrato qui al Giro delle Miniere. Ora mi sento davvero pronto per i campionati italiani assoluti che si svolgeranno in Veneto nel fine settimana. Ringrazio l’organizzazione della SC Monteponi e il patron Luigi Mascia. Qui in Sardegna mi sento sempre a casa”.
Ha partecipato alla tappa di Pabillonis anche il “Diablo” Claudio Chiappucci, che dopo aver chiuso con il 23esimo posto assoluto, ha consegnato le ultime maglie rossoblù a Cesaro, Capuccilli, Freschi e Gorini. Presenti anche il presidente onorario FCI Sardegna Salvatore Meloni e il presidente del Coni regionale Gianfranco Fara.
ORDINE D’ARRIVO 4/A TAPPA
1 – Michele PITTACOLO (Pittabike ASD) 2h7m54s
2 – Fabio ORCAME (Team Cesaro Falasca) st
3 – Alessio FRESCHI (Team Bike Ballero) st
4 – Pietro CAPUCCILLI (Team Cesaro Falasca) 2h7m55s
5 – Alessandro NANNETTI (Team Bike Ballero) 2h7m55s
I VINCITORI DEL GIRO DELLE MINIERE
FASCIA A – Roberto CESARO (Team Cesaro Falasca) 8h5m2s
FASCIA B – Pietro CAPUCCILLI (Team Cesaro Falasca) 8h6m55s
FASCIA C – Alessandro FRESCHI (Team Bike Ballero) 8h15m30s
DONNE – Michela GORINI (Fausto Coppi Fermignano) 6h22m49s
FONTE(Agenzia Uffici Stampa DirectaSport)

Lovicu e Garau vincono Marathon e Point a Santa Caterina

Domenica 9 Giugno si è disputata a Santa Caterina di Pirttinuri la 3° MTB RACE “ELIGHES UTTIOSOS”, prova di Marathon e Poin to Point; organizzata dalla società Bosa Bike.

 

Foto – Mara Micheli

 

La Marathon di 65 km e 2100 mdsl è stata vinta dal nuorese Andrea Lovicu (demurtas Nuoro) che ha preceduto Luca Dessi (Karel Sport) e Filippo Ortu (Acquascan Bike), mentre tra le donne il successo è andato a Elisabetta Serrau (SC Cagliari).

 

 

 

 

 

 

Foto – Mara Micheli

La Point to Point è stata dominata Nicholas Garau (S.C.Cagliari) che ha preceduto Maurizio Olla (Karel Sport) e Marco Serpi (Technobike), tra le donne successo di Eleonora Pilleri (Bike World).

 

 

 

 

 

 

 

Ordine d’arrivo Point to Point:

 

Ordine d’arrivo Marathon:

Simone Tola vince il 9° Trofeo Peppino Fancello

Domenica 9 Giugno si è disputato a Bitti il 9° trofeo Peppino Fancello, gara FCI in circuito di 4 giri per un totale di 88km con un 1500 mdsl organizzata dalla società di ciclista Terranova.

Dopo circa 2 km parte subito l’azione decisiva di Simone Tola (Fancello cicli) che attacca, nessuno riesce a tenere il suo ritmo, provano l’inseguimento Paolo Murroni (Arborea Bike) e Giovanni Muretti (Cycling Team Gallura) ma i due  devono desistere e vengono ripresi dal gruppo.

Simone Tola continua la cavalcata solitaria mentre il gruppo si assottiglia sempre di più, complice la durezza del percorso e il gran caldo.

Vittoria meritata per Simone Tola che bissa il successo dello scorso anno, seconda posizione per GinaMario Contene (Canneddu Ittiri) che precede Antonello Praolini (Fancello cicli) e via via quello che rimane del gruppo.

Ordine d’arrivo:

1°Simone Tola (Fancello cicli)

2°GinaMario Contene (Canneddu Ittiri)

3°Antonello Praolini (Fancello cicli)

4°Giovanni Sanna (Oleandro Budoni)

5°Giovanni Muretti (Cycling Team Gallura)

6°Christopher Masserey (Oleandro Budoni)

7°Salvatore Simula (Canneddu Ittiri)

8°Paolo Murroni (Arborea Bike)
9°Francesco Murgia (Fancello Cicli)

10°Maurizio Puggioni (Demurtas Nuoro)

(Foto Peppico Pala)

 

Eros Piras vince il trofeo Avis di Samatzai, un altro tris per la Technobike!

Domenica 9 Giugno si è disputato a Samatzai il trofeo Avis, valevole come 4° tappa del  trofeo campidano CSAin e organizzato dalla Sama Bike. La gara si sviluppava su un percorso in linea di 72 km e 700 mdsl, con attraversamenti nei comuni di Samatzai, Pimentel, Guasila, Segariu, Villamar, Villanovafranca e Mandas.  Il percorso prevedeva le salita di Villanovafranca e Mandas pronte a mettere a dura prova gli atleti.

Al via 60 partenti che si danno battaglia già dai chilometri iniziali della corsa, con Alberto Tocco (Technobike) che allunga subito cercando di portare via una fuga. Il fuggitivo viene ripreso quasi subito e nello strappo di Guasila parte all’attacco Omar Vargiu (Technobike), che allunga il gruppo e guadagna qualche secondo di vantaggio, ma viene ripreso all’uscita del centro abitato di Guasila dove parte in contropiede Eros Piras (Technoike).

Il gruppo si allunga e rimangono all’inseguimento Antonio Marongiu (SBS), Nicola Saba (U.C. Guspini), Luca Santamaria (Ricambi 2000),  Stefano Cabras (Sa Vida Noa) e il duo della Technobike con Omar Vargiu e Roberto Murgia.

Il fuggitivo viene Ripreso dai 6 inseguitori e procede a cambi fino ai piedi della salita di Villanovafranca dove Eros Piras guadagna una manciata di secondi su Antonio Marongiu, Nicola Saba, Omar Vargiu e Roberto Murgia.

Perdono contatto Luca Santamaria e Stefano Cabras che vengono ripresi dal gruppo che cerca di riprendere i fuggitivi.

Eros Piras riesce a conquistare il successo con un discreto margine di vantaggio sui due compagni di team Omar Vargiu e Roberto Murgia che giungono insieme a Nicola Saba e ad Antonio Marongiu.

Ordine d’arrivo:

1°Eros Piras (Technoike)

2°Omar Vargiu (Technobike)

3°Roberto Murgia (Technobike)

4°Nicola Saba (U.C. Guspini)

5°Antonio Marongiu (SBS)

6°Luca Santamaria (Ricambi 2000)

7°Giuliano Sanna (Ajo Cycling Team)

8°Dante Littera (Pedale Ussanese)

9°Salvatore Ollosu (Amici del Pedale)

10°Ovidio Pilia (runner)

Giovanni Battista Muretti profeta in patria, suo il trofeo città di Trinità

Sabato 8 Giugno si è svolto a Trinità D’Agultu il trofeo città di Trinità, gara su circuito di circa 2,5 km da ripetersi 10 volte organizzata dal comitato CSAin.

Il percorso durissimo sia dal punto di vista altimetrico che dal punto di vista del meteo, ha visto alla partenza 32 atleti che si sono dati battaglia e infatti solo 4 atleti sono riusciti a concludere la gara a giri pieni, metre tutti gli altri sono stati doppiati.

La vittoria è andata all’atleta di casa Giovanni Battista Muretti (Cycling Team Gallura) che riesce ad arrivare in solitaria, precedendo di qualche secondo il suo compagno di team Roberto Mura, terza piazza per Salvatore Simula (Canneddu Ittiri) che precede Antonio Solinas (Royal Bike).

Ordine d’arrivo:

1°Giovanni Battista Muretti (Cycling Team Gallura)

2°Roberto Mura (Cycling Team Gallura)

3°Salvatore Simula (Canneddu Ittiri)

4°Antonio Solinas (Royal Bike)

5°Christopher Masserey (L’oleandro Budoni)

6°Alessio Santamaria (Cycling Team Gallura)

7°Bruno Manca (Team Sassari)

8°Giovanni Sanna (L’oleandro Budoni)

9°Marco Satta (Ciclobottega)

10°Salvatore Daga (amici di Pantani)

Gare in programma nel week-end 8-9 Giugno

SABATO 8 GIUGNO:

TRINITA’ D’AGULTU – ORGANIZZAZIONE IL FORNAIO MACOMER – AMATORISTRADA – ENTE CSAIN – RITROVO ORE 15.00

OLBIA – ORGANIZZAZIONE FANCELLO OLBIA – GIOVANISSIMI – ENTE FCI – Pr. Sprint + Abilità – RITROVO: Sede SC Terranova Via Ferrara 98 – Olbia H:15.30

DOMENICA 9 GIUGNO:

SAMATZAI (CA) – ORGANIZZAZIONE SAMABIKE – AMATORISTRADA – ENTE CSAIN – INFO IN LOCANDINA

BITTI (NU) – ORGANIZZAZIONE FANCELLO OLBIA – AMATORISTRADA – ENTE FCI – RITROVO: BITTI, Piazza Asproni – BITTI H:08.00, PARTENZA ORE 9.30

SANTA CATERINA DI PITTINURI (OR) – ORGANIZZAZIONE BOSA BIKE A.S.D – AGONISTI + AMATORIMARATHON+POINT+ESCURSIONE – ENTE FCI – INFO IN LOCANDINA

UTA(CA) – ORGANIZZAZIONE A.S.D. SPEED BIKE UTA – GIOVANISSIMI – ENTE FCI – Pr. Sprint + Abilità – RITROVO:  via guglielmo marconi – Uta H:15:30

 

A Platamona assegnati i titoli regionali Cross Counry

Domenica 2 Giugno si sono svolti a Platamona (SS) i campionati regionali di Cross Country, valevole per le categorie master e agonisti.

Per le categorie agonistiche vittorie per Chriatian Usalla (Piscinas Irgas) per la categoria Esordienti I° anno, mentre per i II° anno successo per Marco Salaris (SC Patada). Per le categorie Allievi I° anno successo Stefano Porceddu (Ciclisti Turritiani), per gli Allievi II° anno successo per Federico Spanu (velo club Sarroch).

Tra gli Juniores vittoria per Gianluca Pontis (Piscinas Irgas)mentre per la categoria open vittoria per Michele Murgia (Piscinas Irgas).

Tra le donne successi per:

Junior: Alice Faedda (Arkitano)

Allievi: Giorgia Secchi (Ossidiana)

Esordienti: Chiara Porta (U.C. Guspini).

Per le categorie master vittoria assoluta per Andrea Lovicu che precede tutti i master, di seguito le vittorie per categoria:

ELM: Nicholas Garau (SC Cagliari)

M1: Emanuele Ascione (Ciclisti Turritiani)

M2: Andrea Lovicu (Demurtas)

M3: Maurizio Mascia (Ciclisti Turritiani)

M4: Alessandro Saddi (Sa Vida Noa)

M5: Giorgio Atzeni (sa Vida Noa)

M6: Antonello Puggioni (Progetto Sport)

M7/8: Roberto Del Rio (Alghero Bike)

Donne Master : Sara Serrau (SC Cagliari)

 

Foto Mara Micheli

Tripletta Technobike con Roberto Murgia, Omar Vargiu ed Eros Piras al “Memorial Nunzia Sibiriu”

Domenica 2 Giugno si è disputato a Gonnosfanadiga il “Memorial Nunzia Sibiriu”, prova di valevole come campionato sardo CSAIN sotto l’organizzazione della  ASD Linas Bike.

La gara si svolgeva su un circuito di 30 km da ripetersi per 2 volte, passando per i comuni di Villacidro, San Gavino e Gonnosfanadiga.

La gara si delinea subito, al km 0 allunga subito Federico Mannai (Karel Sport), seguito prontamente dal Eros Piras (Technobike), Omar Vargiu (Technobike), Roberto Murgia (Technobike) e Stefano Tola (fancello Olbia).

Il gruppo si allunga notevolmente e dopo un km si delinea la fuga decisiva con il terzetto Technobike che stacca di forza tutti e con cambi regolari guadagnano subito un discreto margine di vantaggio che consente ai tre di arrivare in parata sotto lo striscione d’arrivo, con Roberto Murgia che coglie il primo successo stagionale, seguito da Omar Vargiu ed Eros Piras.

Staccati di circa 2′ arrivano Nicola Saba (U.C. Guspini) e Stefano Tola (Fancello Olbia) che precedono di qualche secondo il gruppo, regolato allo sprint da Givanni Vasile (Dimonios Bike).

Ordine d’arrivo:

1°Roberto Murgia (Technobike)

2°Omar Vargiu (Technobike)

3°Eros Piras (Technobike)

4°Nicola Saba (U.C. Guspini)

5°Stefano Tola (Fancello Olbia)

6°Givanni Vasile (Dimonios Bike)

7°Pietro Pitzanti (Nencini Sport)

8°Federico Selis (Dimonios Bike)

9°Giorgio Balzano (Mas Bike)

10° Cristian Carboni (Il Fornaio Macomer)

Ordine d’arrivo completo qui

Campioni sardi CSAIN: Salvatore Angius – Giulio Murgia – Roberto Arixi – Giovanni Vasile – federico Selis – Fabrizio Saba – Massimo Atzori – Luciano Sanna – Franco Argiolas – Lucia Muscas

Eros Piras (Technobike) impone la sua legge al 4º Trofeo Al Parco

Sabato 1 Giugno si è disputtata a Selargius la 4º  edizione del Trofeo Al Parco, gara FCI organizzata dalla società ciclistica Extreme Bike.

Il percorso prevedeva 92 km con 1300 mdsl, con la salite di San Basilio come unica asperità più impegnativa di giornata.

Dopo pochi km parte subito la fuga con Alberto Tocco (Technobike), Manuel Perra (Extreme Bike), Ahmed Kasraoui (Nencini Sport) ed Emanuele Porta (arkitano). I 4 viaggiano in comune accordo fino a guadagnare un discreto margine rispetto al gruppo. Arrivati alle salite dal gruppo escono Matteo Mascia (Monteponi), Eros Piras (Technobike) e Luca Dessi (karel Sport) i quali recuperano i fuggitivi e le staccano. Dietro i tre viaggiano con qualche secondo di disrtacco Mauro Vacca (karel Sport), Paolo Murroni (Arborea Bike) e Nicola Saba (UC Guspini).

A pochi km dall’arrivo dal gruppo di testa perde contatto Luca Dessi, e nel rettilineo d’arrivo si presentano in due a giocarsi la vittoria. Eros Piras parte lungo e riesce a battere Matteo Mascia, terza Posizione per Luca Dessi.

Ordine d’arrivo:

1°Eros Piras (Technobike)

2°Matteo Mascia (Monteponi)

3°Luca Dessi (Karel Sport)

4°Mauro Vacca (Karel Sport)

5°Manuel Perra (Extreme Bike)

6°Paolo Murroni (Arborea Bike)

7°Olla Maurizio (Karel Sport)

8°Nicola Saba (UC Guspini)

9°Luca Pillai (Extreme Bike)

10° Ovidio Pillia (Runner)

 

Foto Antonello Solinas